Laser Argon

fotocoagulazione retinica

Descrizione immagine
Descrizione immagine

Quantel VIRIDIS Laser Diodo



Cosa è


E' un fascio luminoso ad azione termica con una particolare lunghezza d'onda che attraversa i mezzi diottrici dell'occhio e impattando i tessuti interessati determina una fotocoagulazione controllata, che l'oculista vede come uno sbiancamento  dell'area trattata.

 

A cosa serve


La fotocoagulazione ottenuta è utile nel trattamento di numerose patologie retiniche e nel glaucoma:

●         Retinopatia diabetica e trombosi venose retiniche: il fascio laser viene indirizzato sulle aree ischemiche per impedire lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni anomali e lo sviluppo di retinopatia diabetica proliferante e glaucoma neovascolare.

         Edema maculare: spot laser di piccolo diametro bruciano i microvasi responsabili dello stravaso di fluido, favorendo il riassorbimento dell'edema.

        Rotture e degenerazioni retiniche periferiche: bisogna evitare che queste lesioni provochino un distacco retinico creando una fotocoagulazione sul tessuto sano adiacente che cicatrizzando forma una barriera contenitiva.

         Glaucoma: si utilizza trattando il trabecolato per favorire il deflusso dell'umor acqueo e diminuire la pressione oculare; oppure per creare un piccolo foro sull'iride per favorire il circolo dell'umor acqueo all'interno dell'occhio, quando non fosse per questo disponibile lo yag laser.

        Degenerazione maculare con membrana neovascolare: si bruciano i vasi anomali responsabili di sanguinamento e deformazione della retina sovrastante;

oggi usato solo per trattare i neovasi non centrali, è da preferire la terapia intravitreale con farmaci antiangiogenetici.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

Come si esegue

 

Viene eseguito ambulatorialmente, si dilata la pupilla (nel trattamento retinico) e si applica una lente a contatto che permette all'oculista di visualizzare le aree da trattare.

Il paziente è seduto davanti una lampada a fessura. Il trattamento è minimamente fastidioso, possibile avvertire alcune “punture di spillo”.

Nella retinopatia diabetica o trombosi possono essere necessarie più sedute.

 

Precauzioni

 

Dopo il laser è opportuno evitare sforzi fisici per alcuni giorni e seguire la terapia prescritta; il trattamento di alcune patologie retiniche può provocare un annebbiamento temporaneo della visione.

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine